Quando si parla di infertilità

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) considera l’infertilità una patologia e la definisce come l’assenza di concepimento dopo 12/24 mesi di regolari rapporti sessuali mirati non protetti.

La Pandemia ha contribuito – e non poco – alla cristallizzazione del decremento demografico italiano. Se già fiocchi rosa e fiocchi azzurri latitavano prima, oggi la crisi delle nascite è ancora più radicata (per saperne di più leggi qui).

C’è da evidenziare che il drastico calo delle nascite dipende da diverse condizioni dove si inserisce anche un incremento dell’infertilità sia maschile che femminile.

Uno stile di vita più sedentario, le diagnosi tardive di patologie infettive, il varicocele, possono essere la causa dell’incremento dell’infertilità maschile.

Infertilità di genere

L’importanza del counseling per le coppie infertili
Il desiderio di avere un bambino e non riuscirci può essere emotivamente difficile e stressante.

Parlare con familiari e amici è utile, ma qualche volta meglio affidarsi a uno specialista anche per salvaguardare l’armonia con il partner.

Scopri di più
Patologie e fattori ambientali… in breve

Lo abbiamo visto negli approfondimenti sull’infertilità di genere: le cause possono essere tante. Qui sotto le trovate in sintesi

Quali sono gli specialisti da contattare?

Non solo il ginecologo, ma anche l’endocrinologo e l’andrologo

Approfondisci

Professor Ermanno Greco, Direttore del Centro di Medicina della Riproduzione Villa Mafalda, Roma

Denatalità in Italia: scenario, analisi e cause di un trend sempre più negativo

Vai alla pagina delle video interviste

Approfondimenti